Le nocciole, un tocco sfizioso in cucina

Date la preferenza ai frutti di recente raccolta. Sceglieteli pesanti (hanno il seme più grosso), con guscio integro, liscio, relativamente tenero ed elastico: quelli troppo duri, di solito, sono vecchi o sono stati staccati dalle piante da più di un anno.

Come si conservano

Naturalmente protette dal loro guscio, le nocciole si mantengono fragranti a lungo, anche 6 mesi: basta riporle in sacchetti di carta o di tela in luogo fresco e asciutto. Una volta sgusciate, potete tenerle un paio di settimane in un vasetto di vetro ben chiuso; dopodiché sono meno croccanti è diventano “oleose”. Se le fate tostare in forno, magari cosparse con un pizzico di sale e le chiudete in vasi ermetici, resistono anche 3-4 settimane.

In cucina

Oltre agli usi di pasticceria, le nocciole sono un ottimo ingrediente per piatti salati. Al naturale o tostate, tritate più o meno fini, si aggiungono a insalate, al fondo di cottura di pollame o cacciagione, alle fare per carni e pesci e all’impanatura delle cotolette.

La pellicina

Per togliere con facilità la pellicina che ricopre il seme, tostate le nocciole in forno e strofinatele, ancora calde, fra le mani.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.