ARCHIVIO

agomagia

Questo tag è associato a 56 articoli.

Addobbi per Pasqua

Cominciamo a preparare qualche piccolo addobbo per la Pasqua.

Questo primo lavoro (ereditato dal sito CreativeMamy), secondo me potrebbe essere creato anche con del cartoncino al posto della stoffa. Poi elaborato come una giostrina, di quelle che si mettono sulle culle dei bambini, mi spiego?  Usando del filo da pesca potrebbe essere appesa al lampadario della stanza dove allestiremo il pranzo. Pensateci. Intanto pubblico il video.

 

 

 

Il primo giorno di primavera

 

Usando una descrizione scientifica, oggi è l’equinozio di primavera. E’ anche il giorno in cui il terminatore o zona crepuscolare, cioè quella linea immaginaria che divide la zona d’ombra da quella che illumina il pianeta Terra, collegherà i due poli, apparendo come una retta verticale.

Questo porterà più luce, prossimamente, al nostro emisfero, quindi una durata maggiore per le nostre giornate e caldo, sempre più caldo.

Fin dai tempi della scuola elementare ci viene insegnato che il primo giorno di primavera cade il 21 marzo. In realtà questa data varia tra il 19 e il 21 marzo, a causa del calendario e dell’introduzione di un giorno in più ogni 4 anni (anno bisestile).

Per questo motivo per tutto questo secolo l’equinozio di primavera oscillerà tra il 19 e il 20 marzo. Per avere un primo giorno di primavera da festeggiare il 21 marzo si dovrà arrivare al 2102.

Il primo giorno di primavera viene festeggiato in modo speciale in molte parti del mondo. Se volete conoscere alcune delle feste più importanti, potete leggere un interessante articolo cliccando QUI.

La Magia dell’Ago” vuole ricordare questa ricorrenza con una canzone.

Il primo giorno di primavera” è una canzone del 1968 che vede una collaborazione tra Mogol, Mario Lavezzi (al suo esordio come compositore) e Cristiano Minellono. La produzione di questo brano ebbe la cura di Lucio Battisti.

Affidato all’esecuzione dei Dik Dik, il brano divenne uno dei successi più importanti del gruppo.

IN VIAGGIO … – Una vacanza alla fine del mondo

C’è una città, in Argentina, che identifica con il suo nome la meraviglia di una delle zone più affascinanti al mondo: USHUAIA. Si trova all’estremità meridionale del Paese sudamericano ed è il capoluogo della Regione della Terra del Fuoco. Siamo in Antartide, alla fine del mondo. Eppure quella che potrebbe essere una città dimenticata, vive una vita movimentata. Battuta dai venti, circondata dai monti e sulla riva del mare, in effetti è una città attiva. E’  un punto di partenza per  l’Isla Yécapasela, conosciuta anche come “l’isola dei pinguini“; è un porto commerciale piuttosto trafficato e non mancano strutture ricettive per il turismo. Insomma un bel viaggio … alla fine del mondo.

Conosciamo meglio Ushuaia in questo articolo pubblicato su “Lonely Planet” (Leggi l’articolo …)

MODA – Chiude la Bottega delle Sorelle Antonini

Roma, dopo 130 anni chiude la bottega delle Sorelle Antonini: vestirono Marilyn Monroe

 

Marilyn Monroe

 

L’atelier in via Quintino Sella, specializzato in plissé, ha realizzato il tessuto per l’iconico abito bianco di “Quando la moglie è in vacanza” e ha vestito anche Greta Garbo e la Cleopatra di Liz Taylor.

 

La sua specialità? Il Plissé, quella lavorazione a piccole pieghe che richiede grande maestria nella confezione.

Se ne parla in questo articolo de “La Repubblica.it” (Leggi l’articolo … )

Translate

PINTEREST

Clicca sull'immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: