ARCHIVIO

noci

Questo tag è associato a 5 articoli.

RICETTE – Composta di mele e frutta secca

 

Non lasciatevi spaventare dai tanti ingredienti, tutti reperibili in qualsiasi supermercato, per altro. La ricetta richiede solo 30 minuti per la cottura e poi potrete accantonarla per il periodo di riposo.

Il nostro scopo di cucinare velocemente (ma con gusto) è salvo.

 

Ingredienti per 4 vasetti da 250 ml

4 mele golden

50 gr albicocche secche

50 gr fichi secchi

50 gr gherigli di noce

30 gr uva sultanina

120 gr zucchero

120 gr miele

50 gr scorza di arancia biologica

60 dl vino bianco

2,5 dl aceto di mele

succo di un limone

5 grani di pepe

Preparazione

Lavate le mele, sbucciatele e tagliatele a dadini; tagliate a dadini anche le albicocche e i fichi secchi; spruzzate con il succo di limone.

Sbollentate la scorza d’arancia sbollentata e fatta a pezzetti. Fate bollire per 10 minuti l’aceto di mele, il vino bianco, lo zucchero, il miele e i grani di pepe pestati; aggiungete la frutta preparata, la scorza d’arancia,l’uva sultanina e, dopo 5 minuti, i gherigli di noce. Cuocere per un minuto.

Scolate la frutta conservando lo sciroppo, trasferitela in vasetti di vetro sterilizzati e asciugati con cura, ricopritela con lo sciroppo bollente, chiudete e fate raffreddare.

Lasciate riposare la composta per almeno 2 settimane in un luogo fresco, prima di consumarla. Si conserva per un mese in frigorifero.

E’ un attimo accompagnamento agli arrosti.


UN CONSIGLIO

Una variante per avere una composta ancora più ricca di sapore: dopo aver scolato la frutta a fine cottura, unite 2-3 cucchiai di miele di fiori d’arancio. Mescolate bene, coprite il recipiente e lasciate macerare la frutta per circa 30 minuti prima di metterla nei vasi e versarvi sopra lo sciroppo.

(Fonte testo e immagine: “L’enciclopedia della cucina” – De Agostini Editore)

BRUNCH DI NATALE – Tartellette speziate

Continuiamo a preparare il brunch di Natale.

Ingredienti:

250 gr di farina

150 gr di burro

noce moscata grattugiata

mezzo cucchiaino di pepe verde pestato

un cucchiaio di curry

un pizzico di zucchero

Preparazione:

Impastate la farina con il burro a dadini e appena morbido, la noce moscata grattugiata, il pepe verde pestato, il curry e lo zucchero.

Avvolgete la pasta nella pellicola per alimenti e lasciatela in frigo per un’ora.

Con il matterello infarinato stendete la pasta in una sfoglia di 2 mm. Imburrate e infarinate degli stampini per tartellette, foderateli con la pasta e cuoceteli nel formo già caldo a 180° per 10 minuti.

Sformate le tartellette, fatele raffreddare su una griglia, quindi farcitele a piacere con gamberetti,  peperoni, noci, acciughe, prosciutto, tonno, pesto. Ma si può variare anche con mortadella, salmone affumicato, patè di olive. 

 

CAKE SALATO CON NOCI E ROQUEFORT

CAKE SALATO CON NOCI E ROQUEFORT

 

Ingredienti per 6 persone:

250 g di farina 00,
3 uova,
8 g di lievito,
100 g di roquefort,
250 g di fagiolini,
50 g di gherigli di noce,
un dl di latte,
6 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
insalatina mista di stagione,
aceto balsamico,
sale.

PREPARAZIONE
Pulite i fagiolini, tagliatene 150 g a tocchetti e lasciate gli altri interi.
Cuoceteli, separatamente, in acqua in ebollizione salata per circa 5 minuti, sgocciolateli, raffreddateli in acqua e ghiaccio e asciugateli.
Setacciate la farina con il lievito, unite le uova sbattute e una presa di sale e lavorate il tutto con una frusta, in modo da ottenere un impasto
soffice e privo di grumi.

Incorporate i fagiolini a pezzetti, il roquefort sbriciolato, i gherigli di noce spezzettati, il latte e 4 cucchiai di olio.
Rivestite uno stampo da plum cake da un litro con carta forno, sistematevi l’impasto e cuocete nel forno già caldo a 200° per circa 35 minuti;
verificate la cottura inserendo al centro uno stecco di legno che dovrà uscire asciutto.
Sfornate il cake, lasciatelo riposare per 5 minuti, sformatelo e lasciatelo
raffreddare.

Servitelo con i fagiolini rimasti e l’insalatina, conditi con sale, olio e poche gocce di aceto.

Fonte: sale&pepe.it

 

Barchette con crema di parmigiano e uva

 

barchette-crema-parmigiani-e-uvaINGREDIENTI per 6 pezzi

23 gr Latte intero freddo

95 gr farina 00

75 gr Burro freddo

75 gr Parmigiano reggiano

1 pizzico Sale fino

Pepe nero q.b.

2 rametti Timo

una manciata di fagioli secchi


PER LA CREMA AL PARMIGIANO
50 gr Parmigiano reggiano da grattugiare

125 gr Latte intero

13 g Farina 00

13 gr Burro


PER GUARNIRE
6 acini Uva bianca

6 Gherigli di noci

Timo q.b.

Parmigiano reggiano in scaglie q.b.


PREPARAZIONE

Iniziate a preparare la base di frolla salata, cominciate versando la farina nella brocca di una planetaria munita di foglia. Unite anche il Parmigiano , il burro freddo di frigo tagliato a cubetti, il pepe e il sale e le foglioline di timo. Azionate la planetaria a velocità media, aggiungete la dose di latte freddo a filo e fate andare la planetaria fino a quando non si forma una massa piuttosto compatta (se non avete una planetaria, potete tranquillamente preparare questo impasto a mano, cercando di impastare velocemente e brevemente per non scaldare troppo la frolla). Trasferite l’impasto sul piano da lavoro (possibilmente freddo) e lavoratelo quanto basta per dargli la forma di un panetto. Appiattitelo leggermente con le mani. Avvolgetelo con pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per 30 minuti. Trascorso questo tempo, recuperate il panetto e stendetelo con il mattarello su di una spianatoia leggermente infarinata, fino allo spessore di 3 mm. Utilizzando un coppapasta del diametro 11 cm ritagliate 6 dischi. Imburrate 6 stampini a barchetta lunghi circa 10 cm e alti circa 2 cm con il bordo ondulato; adagiate all’interno il disco di pasta ottenuto, facendolo aderire bene sul fondo e sui bordi.

Poi con un coltello tagliate via l’eccesso di pasta per pareggiare il bordo. Adagiate all’interno di ciascuna barchetta un rettangolo di carta da forno e distribuite i fagioli secchi . Cuocete le barchette per 15 minuti circa in forno statico preriscaldato a 200 c° nel ripiano centrale.

Mentre la barchette cuociono preparate la crema la Parmigiano. Versate il latte in un tegame dai bordi alti e scaldatelo senza raggiungere il bollore. Poi in un altro tegame fate sciogliere a fuoco dolce il burro. Una volta che si sarò sciolto aggiungete la farina a pioggia.

Mescolate con una frusta per ottenere un roux ben amalgamato e dal colore dorato. Aggiungete il latte scaldato in precedenza poco alla volta al roux, sempre mescolando con la frusta. Continuando a mescolare, fate cuocere il composto a fuoco basso. Quando il composto si sarà addensato, togliete il pentolino dal fuoco e unite il Parmigiano reggiano grattugiato poco alla volta, amalgamandolo al composto sempre con le fruste a mano. Dovete ottenere una consistenza piuttosto densa.

Trasferite la crema in una ciotola, copritela con la pellicola e lasciatela raffreddare. Nel frattempo le barchette saranno cotte, sfornatele togliete la carta forno, lasciate intiepidire. Quindi sformatele delicatamente se possibile su una gratella in modo che possano raffreddarsi del tutto; potete quindi iniziare a farcirle: lavate gli acini d’uva e tagliateli in tre parti nel senso della lunghezza. Riempite le barchette con un cucchiaio di crema al Parmigiano.

Adagiate sopra ciascuna barchetta le 3 fettine di uva e un gheriglio di noce, completate con le scaglie di grana e aromatizzate con delle foglioline di timo.

Conservazione

Si consiglia di consumare al momento le barchette con crema al Parmigiano. La crema di Parmigiano può essere conservata per 2-3 giorni in frigo coperta con pellicola. Le barchette si possono conservare senza farcitura per 5-6 giorni in una scatola di latta.

Consiglio

In alternativa potete realizzare come base una comune pasta brisèe e aromatizzarla con timo oppure se preferite con origano

(Fonte: sito “Giallo Zafferano”)

PINTEREST

Clicca sull'immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: