SECONDI PIATTI – Anatra alla melagrana

Una portata che può apparire complicata, ma  credete non lo è. Il petto d’anatra si trova ormai in tutti i supermercati, anche nel banco dei surgelati, nel qual caso è bene farlo scongelare completamente e asciugarlo bene, prima della cottura.

Ingredienti per 4 persone:

2 petti d’anatra

un dl di olio e.v.o.

brandy

un cucchiaio di aceto bianco

2 melagrane

un’arancia

sale e pepe

Preparazione:

Fiammeggiate, lavate e asciugate i petti d’anatra, poi incideteli con dei tagli trasversali sul lato della pelle e adagiateli in un piatto fondo.Mescolate l’olio, mezzo bicchiere circa di brandy e l’aceto e versate la marinata in modo uniforme sui petti d’anatra. Copriteli e lasciateli in frigorifero per 24 ore, girandoli di tanto in tanto.

Ricavate i chicchi da una melagrana. Tagliate la seconda a metà e premetela sullo spremiagrumi per ricavarne il succo. Ricavate il succo anche dall’arancia.

Trascorso il tempo previsto per la marinatura, scaldate bene una padella antiaderente, senza aggiungervi grassi. Sgocciolate i petti di anatra e adagiateli nella padella, con il lato della pelle a contatto con il fondo antiaderente. Cuoceteli a fuoco vivace per 10 minuti circa poi girateli, eliminate un po’ del grasso prodotto in cottura e cuoceteli per altri 5 minuti dall’altro lato. Salate e pepate, bagnate con il succo d’arancia, unite i chicchi di melagrana e lasciate evaporare un po’ il fondo di cottura. Togliete i petti d’anatra dalla padella e teneteli al caldo.

Versate nella padella anche il succo della melagrana e un paio di cucchiai della marinata. Fate addensare a fuoco vivace  per qualche minuto, mescolando spesso. Regolate di sale e pepe. Affettate i pezzi di anatra, disponendoli a ventaglio sul piatto e irrorate con la salsina.

Penne al gorgonzola

Un primo ricco di sapori. In mezz’ora si prepara questo piatto unico che unisce ingredienti anche inconsueti, ma il risultato non deluderà.

Il sapore del gorgonzola può non essere gradito a tutti, nel qual caso vi suggerisco di sostituirlo con il taleggio.

Se vi piace una salsa più cremosa potrete sostituire  il latte con una stessa quantità di panna.

(Immagine: Blog giallo zafferano)

 

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di penne

120 gr di gorgonzola piccante

40 gr di burro

uno spicchio d’aglio

300 gr di spinaci

15 gr di uvetta

20 gr di pinoli

un dl di latte

sale e pepe

Preparazione:

Mettete a bagno l’uvetta in acqua tiepida per 15 minuti; tagliate a cubetti il gorgonzola. Fate cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata.

Intanto lasciate soffriggere in una casseruola l’aglio con il burro, unite gli spinaci, salate e pepate, aggiungete l’uvetta scolata e strizzata, i pinoli e il latte. Infine aggiungete il gorgonzola tagliato a cubetti e levate la salsa dal fuoco. Eliminate l’aglio e mescolate, in modo che il formaggio si sciolga bene.

Scolate la pasta, trasferitela nella casseruola con il condimento, passate sul fuoco ancora un minuto e servite.

 

Pennette con ricotta e zafferano

Primo piatto da preparare in mezz’ora, senza dimenticarsi del gusto e del profumo che, grazie al prezioso zafferano, saranno intensi.

Un consiglio: Potete aggiungere alla salsa già cotta una decina di gherigli di noce tritati grossolanamente.

 

(Immagine: ButtaLaPasta)

 

Ingredienti per 4 persone:

350 gr di pennette

200 gr di ricotta fresca

1 cipolla

1 bustina di zafferano

un ciuffo di prezzemolo

4 cucchiai di olio

4 cucchiai di parmigiano grattato

sale e pepe

Preparazione:

Fate scaldare abbondante acqua, salatela appena inizia a bollire, unite la pasta e portatela a cottura.

Sminuzzare la cipolla, fatela soffriggere in una capace padella con l’olio, avendo cura che diventi trasparente senza prendere colore; aggiungete lo zafferano e 4 cucchiai dell’acqua di cottura della pasta.

Portate ad ebollizione la salsa, unite la ricotta e il prezzemolo tritato, cospargete con sale e pepe e poi togliete dal fuoco.

Scolate la pasta piuttosto al dente, versatela nella padella con gli altri ingredienti, rimettete tutto sul fuco, mescolate bene e servite con il parmigiano grattugiato.

 

 

RICETTE – Frittata rognosa

Sicuramente è un piatto di origine contadina e, in quanto tale, conserva i sapori sinceri della genuinità dei prodotti locali. Si perché questa ricetta si ritrova in ogni regione d’Italia (come tante altre, d’altra parte) e quindi si arricchisce di prodotti diversi, di varianti e aggiunte a seconda della zona di preparazione.

Nelle Marche si aggiunge il ciauscolo, tipico salume spalmabile; in Calabria si usa la soppressata, in Lombardia la lugànega, in certe zone del Sud la ‘nduja, in gran parte del resto d’Italia la salsiccia o il salame o, come nel caso della nostra ricetta, carne magra cotta.

In certe zone si cuoce la frittata con il burro, in altre con l’olio.

Si possono aggiungere erbe di stagione come bietole o spinaci.

Insomma una soluzione saporita e ricca di valori nutrizionali.

 

Ingredienti per 4 persone:

8 uova

2 cucchiai di panna liquida

50 gr di burro

olio

100 gr di carne magra cotta

50 gr di salame

sale e pepe

Preparazione:

In una terrina sbattere le uova, unire la carne cotta e il salame tritato, la panna liquida, sale e pepe. Amalgamare bene, versare il composto in una padella con un poco di burro e preparare la frittata. Farla ben dorare da entrambe le parti e servirla calda.

(Immagine: “Sale&Pepe”)