SFORMATINI DELICATI DI TACCHINO

sformatini-delicati-di-tacchino-480x360

INGREDIENTI per 6 persone

200 gr fesa di tacchino

2,5 dl di panna fresca

2,5 dl di latte

50 gr parmigiano reggiano grattugiato

3 tuorli + 2 uova intere

1 mela rossa

1 pomodoro

1 rametto di timo

50 gr di nocciole sgusciate

noce moscata

1 bicchierino di liquore tipo cognac o brandy

burro

sale e pepe

PREPARAZIONE
Preparare il composto tritando finemente la fesa di tacchino al mixer. Aggiungere la panna, le uova, il latte, il parmigiano reggiano grattugiato, sale, pepe e noce moscata, frullando ancora fino ad ottenere un composto omogeneo.

Suddividere il composto ottenuto negli stampini imburrati, livellando la superficie e battendoli delicatamente sul piano di lavoro, per eliminare l’aria che creerebbe spazi vuoti. Scaldare il forno a 170° C. Disporre gli stampini in una larga teglia e riempirla di acqua bollente fino a metà altezza dei contenitori. Infornare gli stampini e cuocerli a bagnomaria per circa 30 minuti, finché saranno rassodati e leggermente dorati in superficie, verificando la cottura con uno stecchino.

Lavare la mela e il pomodoro e asciugarli. Dividere il pomodoro a metà, eliminando i semi, l’acqua di vegetazione e riducendo la polpa a dadini. Affettare sottilmente la mela, senza sbucciarla. Sciogliere 2 cucchiai di burro in una padella antiaderente, rosolare le fette di mela 1 minuto per parte. Bagnare con il liquore e lasciare evaporare. Unire le nocciole tritate e il timo pulito. Abbassare la fiamma e cuocere per circa 2 minuti, lasciando le fette di mela croccanti. Suddividere la mela in piattini individuali, aggiungere gli sformatini caldi o tiepidi. Completare con i pomodori e qualche fogliolina di timo.

CONSIGLI E VARIAZIONI

– Questi sformatini possono essere preparati anche sostituendo la fesa di taccino con la stessa quantità di petto di pollo o di fesa di vitella o lonza di maiale oppure, addirittura, un mix di queste carni.

– Le mele più indicate per questa ricetta sono principalmente quelle con la buccia rossa, tipo Stark o Delicious, ma possono essere usate anche mele verdi tipo Granny Smith dal sapore acidulo o le più dolci renette.

– Questi sformatini possono essere preparati anche il giorno prima e riposti in frigorifero, ben sigillati. Al momento di utilizzarli passarli in forno già caldo a 170° C per circa 10 minuti prima di servirli. Cuocere le fette di mela solo al momento di servire.

– Si può anche frullare la mela con il fondo di cottura e servire la salsina a parte.

Fonte: immagine “DonnaModerna”

testo: “Cucina No Problem”

MEZZE PENNE CON CREMA DI RICOTTA

mezze-penne-ricotta

INGREDIENTI per 4 persone

320 gr di pasta tipo mezze penne o altra pasta corta

qualche stelo di erba cipollina

noce moscata

250 gr di ricotta, consigliata quella di pecora

2 cucchiai di pinoli

4 cucchiai di parmigiano reggiano grattato

2 cucchiai olio e.v.o.

sale e pepe

PREPARAZIONE

Preparare l’acqua per la pasta. Aspettando che raggiunga l’ebollizione, tostare in un padellino antiaderente i pinoli per un paio di minuti, senza alcun condimento, mescolandoli spesso per evitare che si attacchino o che si brucino. Far cuocere la pasta nell’acqua salata per il tempo indicato sulla confezione.

Lavare l’erba cipollina e tagliarla finemente. Mettere la ricotta in una ciotola e lavorarla con un cucchiaio di legno. Allungarla con l’olio o con 2 o 3 cucchiaio dell’acqua di cottura della pasta. Aggiungere sale e pepe e mescolare bene.

Scolare la pasta, tenendo da parte un po’ di acqua di cottura. Trasferire la pasta nella ciotola con la ricotta, mescolando e unendo il parmigiano grattato, aggiungendo, se serve, qualche cucchiaio di acqua di cottura. Una volta porzionata la pasta nei piatti, spolverizzarla con con i pinoli tostati e l’erba cipollina tagliata.

CONSIGLI E VARIAZIONI

  • Questa pasta può esser anche preparata con un po’ di anticipo, disponendola magari in una pirofila, senza pinoli e erba cipollina, e passata al grill per 5 minuti. Prima di servirla completatela, una volta nei piatti, con i pinoli e dell’erba cipollina.

  • Per un piatto più leggero potete sostituire la ricotta con un formaggio morbido tipo Philadelphia light.

  • Per aggiungere ancora del sapore a questo piatto, si può aggiungere una bustina di zafferano in polvere all’acqua di cottura prima di cuocere la pasta, oppure sciogliere bene la polvere di zafferano in un poco di acqua di cottura e unire il tutto alla ricotta.

  • Una variante molto particolare può essere ottenuta sostituendo i pinoli con i gherigli di noci spezzettati.

  • Molto particolare è anche la variante che indica l’aggiunta di un pizzico di cannella in polvere alla crema di ricotta e, una volta impiattata la pasta, qualche goccia di miele di acacia o di castagno. Spolverizzare con pepe macinato fresco.

  • Altra variante può essere quella di arricchire il condimento rosolando in un padellino antiaderente poca cipolla e sedano tritati. Aggiungere 100 gr di cipolla spellata e sgranata e fare insaporire nel soffritto. Aggiungere la pasta già lessata al condimento. A fuoco spento aggiungere la ricotta, mantecando bene e completare con foglie di rosmarino e il composto di pinoli e erba cipollina.

Fonte: foto da “ricette donna moderna”
testo da “Cucina no problem”- Mondadori

CANNELLONI PATATE E PORCINI

cannellonipatateporcini

INGREDIENTI per 6 persone

  • 500 g di patate a pasta gialla
  • 200 g di funghi porcini
  • 1 cipolla bionda di piccole dimensioni
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe nero macinato al momento
  • 4 rametti di prezzemolo
  • 120 ml di latte parzialmente scremato
  • 70 g di Parmigiano Reggiano
  • 600 ml di Besciamella
  • Burro per la pirofila
  • 250 g di pasta tipo cannelloni

PREPARAZIONE

  • Lavare le patate e lessarle per 30 minuti in acqua bollente salata, oppure cuocerle a vapore.
  • Nel frattempo preparare i funghi.
  • Togliere dai funghi la radichetta terrosa, quindi sciacquarli brevemente sotto acqua fresca corrente per eliminare i residui di terra. Affettarli o tagliarli a cubetti.
  • Spellare la cipolla e tritala molto finemente.
  • Mettere in una padella l’olio, la cipolla tritata e portarla sul fuoco. Farla rosolare dolcemente fintanto che non si sarà ben dorata, quindi unire i funghi, farli insaporire per un paio di minuti, unire un pizzico di sale, una macinata di pepe e cuocere per 4-5 minuti a fiamma media coperto.
  • Lavare il prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle finemente con la mezzaluna su un tagliere.
  • Quando le patate sono cotte pelarle e passarle al passapatate in una ciotola. Unire il latte tiepido e mescolare fino ad ottenere una crema. Unire un pizzico di sale, più abbondante se si sono cotte le patate a vapore, il prezzemolo tritato e il Parmigiano, tenendone da parte una manciata. Mescolare bene, quindi unire i funghi ed incorporarli.
  • Preparare la besciamella.
  • Imburrare una pirofila rettangolare di circa 30×20 centimetri e versarvi un paio di mestoli di besciamella. Livellarla con un cucchiaio in uno strato uniforme e disporvi i cannelloni man mano che si farciscono con il ripieno di funghi e patate.
  • Il ripieno è abbastanza morbido e i cannelloni si farciscono facilmente aiutandosi con un piccolo cucchiaino.
  • Quando tutti i cannelloni farciti sono stati disposti nella pirofila coprirli con la restante besciamella, spargendola bene.
  • Cospargere con il Parmigiano grattugiato tenuto da parte, quindi coprire con la stagnola.
  • Infornare nel forno preriscaldato a 200° C per 20 minuti, quindi togliere la stagnola e cuocere per altri 20 minuti.
  • Attendere 5-10 minuti prima di servire.
Fonte: http://www.lospicchiodaglio.it/