BRUNCH DI NATALE – Rosette farcite alla cannella

Ancora una ricetta semplice per arricchire il tavolo del brunch di Natale. Questa volta si tratta di una ricetta dolce, che ha, come unica difficoltà, quella di richiedere molto tempo  di lievitazione.

 

Ingredienti :

100 gr pasta di pane

350 gr di farina

70 gr  di burro fuso

2 uova

60 gr di zucchero bianco

Per la glassa:

180 gr burro morbido

200 gr zucchero di canna

un cucchiaio di cannella

10 cucchiai di albicocche essiccate  tritate

10 cucchiai di uvetta

Preparazione:

Impastate 100 gr di pasta di pane con 200 gr di farina, 3 cucchiai di burro fuso e un uovo. Fate lievitare per 3 – 4 ore, poi impastate di nuovo con altri 150 gr di farina, 40 gr di burro fuso, un uovo e 60 gr di zucchero bianco. Lasciate lievitare per un’ora.

Lavorate 180 gr di burro morbido, 200 gr di zucchero di canna e un cucchiaio di cannella. Stendete la pasta  in un rettangolo di 50 x 35 cm  e spalmatela con la glassa; cospargete con le albicocche essiccate e tritate e con l’uvetta.

Arrotolate, tagliate il rotolo in 24 fette , allineatele, ben distanziate,  su una teglia rivestita con carta forno. Fate lievitare per 1 ora e poi cuocetele in forno caldo a 180° per 30 minuti.

Una volta sfornate, lasciatele raffreddare e poi staccatele a una a una con le mani.

Penne al gorgonzola

Un primo ricco di sapori. In mezz’ora si prepara questo piatto unico che unisce ingredienti anche inconsueti, ma il risultato non deluderà.

Il sapore del gorgonzola può non essere gradito a tutti, nel qual caso vi suggerisco di sostituirlo con il taleggio.

Se vi piace una salsa più cremosa potrete sostituire  il latte con una stessa quantità di panna.

(Immagine: Blog giallo zafferano)

 

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di penne

120 gr di gorgonzola piccante

40 gr di burro

uno spicchio d’aglio

300 gr di spinaci

15 gr di uvetta

20 gr di pinoli

un dl di latte

sale e pepe

Preparazione:

Mettete a bagno l’uvetta in acqua tiepida per 15 minuti; tagliate a cubetti il gorgonzola. Fate cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata.

Intanto lasciate soffriggere in una casseruola l’aglio con il burro, unite gli spinaci, salate e pepate, aggiungete l’uvetta scolata e strizzata, i pinoli e il latte. Infine aggiungete il gorgonzola tagliato a cubetti e levate la salsa dal fuoco. Eliminate l’aglio e mescolate, in modo che il formaggio si sciolga bene.

Scolate la pasta, trasferitela nella casseruola con il condimento, passate sul fuoco ancora un minuto e servite.

 

FORMINE DI RICOTTA CON PRUGNE AL TE’

sformato-ricotta-e-prugne-4INGREDIENTI per 6 persone

250 gr di ricotta light

250 gr di Philadelphia light

1 bustina di vanillina

300 gr di prugne secche

2 cucchiaini di tè

1 stecca di cannella

anice stellato

3 cucchiai di miele

PREPARAZIONE

Portare a ebollizione 2 dl di acqua in un pentolino, spegnere il fuoco e immergere il tè, lasciandolo in infusione per circa 5 minuti; quindi filtrare.

Sciacquare le prugne secche sotto l’acqua fredda. Metterle a bagno in una ciotola con il tè caldo per circa 2 ore. Sgocciolarle e tagliarle a pezzetti. Trasferirle poi in una casseruola insieme al tè, la stecca di cannella, 2 o 3 pezzi di anice stellato e il miele. Cuocere per circa 20 minuti a fuoco dolce, mescolando finché le prugne saranno morbide e il liquido di cottura avrà assunto la consistenza dello sciroppo.

Montare la ricotta con il Philadelphia in una ciotola, aggiungendo 1 cucchiaio di miele e la vanillina, mescolando con un cucchiaio di legno.

Foderare gli stampini individuali, anche quelli di alluminio usa e getta, con la pellicola da cucina. Versare il composto di ricotta negli stampini, livellando la superficie e battendoli delicatamente sul piano di lavoro, per eliminare i vuoti all’interno. Mettere gli stampini in frigorifero per almeno 2 ore, per farli rassodare.

Capovolgere le formine di ricotta sui piatti di portata, eliminando delicatamente la pellicola. Completare con le prugne e la salsa al tè.

CONSIGLI E VARIAZIONI

– Si può sostituire il Philadelphia con 150 ge di yogurt greco

– si possono guarnire le formine con poco miele di acacia o fiori d’arancio per un sapore più delicato; millefiori, castagno e tiglio per un sapore più deciso.

– Suddividendo metà composto di ricotta negli stampini si può unire qualche pezzetto di frutta fresca di stagione, come la mela o la pera, oppure cioccolato fondente a pezzettini. Si ricopre con il composto di formaggio rimanente e si procede con il raffreddamento in frigorifero.

– Si può aromatizzare il composto di ricotta con acqua di fiori d’arancio.

– Si può preparare la salsa anche con altri tipi di frutta secca, come le pesche, le albicocche, l’uvetta, oppure usare quella fresca come i kaki, ananas e la mela verde.

– Per una salsa particolare ma dietetica, si possono sciogliere 120 gr di cioccolato fondente, senza zucchero aggiunto, a bagnomaria con 5 – 6 cucchiai di latte scremato.

Profumare con cannella e zenzero e servirla calda con il dessert di ricotta.

– Per quanto riguarda il tè si può scegliere una miscela aromatizzata. Si adattano bene i tè alla menta, al bergamotto, al gelsomino, al frutto della passione.

– In alternativa, si può aggiungere al liquido di cottura per le prugne un bicchierino di liquore, tipo brandy o Maraschino.

Fonte: foto – web “L’albero della carambola”

testo – testo da “Cucina no problem”- Mondadori