ARCHIVIO

vigilia

Questo tag è associato a 3 articoli.

La Vigilia di Natale

Quante sono le tradizioni del periodo natalizio che portiamo con noi? Oramai siamo adulti e, magari, abbiamo famiglia, ma ancora oggi, senza “quel qualcosa” che ci ha accompagnato negli anni, non ci pare Natale. Una delle tante cose che ricordo è che la Vigilia di Natale, non era Vigilia senza la minestra di ceci con i tagliolini.

L’ho vista preparare dalla nonna e, poi, anche dalla mamma. È un po’ l’apertura dei giorni del Natale “vero”. L’odore di rosmarino e salvia, il profumo della minestra che ti faceva venire fame molto prima dell’ora del pranzo. Poi la pasta. La tradizione della mia famiglia vuole che sia fatta in casa e rigorosamente tirata a mano.

Poi tagliata per assaporare anche la sua irregolarità, tutta casalinga.

Quando, oggi, porterò in tavola la minestra fumante saprò che non sarà soltanto il pranzo della Vigilia, ma anche un ringraziamento a chi ci ha insegnato a farlo, rendendoci più ricchi di un passato da ricordare.

 

 


Tagliatini co’ ceci

Pe’ 4 persone:

300 gr di ceci cotti

150 gr di pumodori

no spicchio d’aglio

n pochina di cipolla

n gambo di sedano

n rametto di ramelino

du’ rametti di persemolo

olio extra vergine d’oliva

sale, pepe e peperone pizzicoso quante ce ne vole

Pe’ la pasta:

du’ ova

400 gr circa di farina

S’impasta al sfoglia, si stende coll’ansagnolo e ‘ntanto che s’asciuga si mette ‘n una pentola ‘na bella conditura d’olio e ci si fa soffrigge’ tutto l’odori. Quando cominceno a colorissi ci si mette ‘pumodori, l’sale, ‘l pepe e ‘l peperone. Quando so’ cotti ‘pumodori ci si mette ‘ceci e ‘na tazza s’acqua. Doppo ‘nsaporiti si passeno col passatutto, lasciandoli ‘n pochi ‘nteri, poi si ripiena la pentola coll’acqua che ci vole. Da ultimo ci si mette ‘l ramelino, si fa bolli’ ‘n antro po’ poi si coce la sfoglia tagliata fina fina

 

La Vigilia di Natale – Idee per i menù – Primi piatti

La Vigilia di Natale

 

 

Idee per il menù della Vigilia

Sempre seguendo la nostra abitudine che predilige le ricette veloci per aiutarci nella nostre giornate piene di impegni, cominciamo con i piatti che si preparano con prodotti facilmente reperibili in qualsiasi supermercato.

Il tempo per la loro realizzazione è limitato, ma ci saranno anche preparazioni che richiedono qualche minuto in più del solito, sperando di poter avere del tempo libero durante le vacanze per poter curare preparazioni complesse.

Primi Piatti

Gnocchi alla parigina

Ingredienti

4 dl di acqua

100 gr di burro

200 gr di farina

125 gr parmigiano grattugiato

5 uova

400 gr di besciamella

100 gr di panna fresca

15 gr di tartufo bianco

timo, sale, pepe

Preparazione

Portate a ebollizione 4 dl di acqua con 100 gr di burro, salate, versate 200 gr di farina e mescolate finché il composto sarà liscio e si staccherà dalle pareti del recipiente. Togliete dal fuoco, unite 100 gr di parmigiano grattugiato e del timo tritato; appena il composto si sarà intiepidito, incorporate 5 uovo, una alla volta.

Nel frattempo preparate 400 gr circa di besciamella , quando è pronta unitevi 25 gr di parmigiano, 100 gr di panna fresca, 15 gr di tartufo bianco grattugiato e un pizzico di sale e pepe.

Portate ad ebollizione abbondante acqua salata; trasferite il composto in una tasca da pasticciere con una bocchetta larga e liscia, strizzate la tasca e fate cadere nell’acqua il composto tagliandolo con un coltello ogni 2 cm.

Cuocete gli gnocchetti finché verranno a galla , poi scolateli con una schiumarola e sistemateli in una pirofila imburrata condendoli con la besciamella.

Spolverizzate con il parmigiano e ponete la pirofila in formo già caldo a 200°  per circa 20 minuti.

Sfornate la pirofila e distribuite sugli gnocchi altro tartufo a lamelle.


Risotto con la pescatrice

Ingredienti per 4 persone

320 gr di riso Carnaroli

300 gr di pescatrice

un cucchiaino di stimmi di zafferano

100 gr di verdure miste (carote, cipolle, sedano) per soffritto

qualche rametto di crescione

brodo vegetale

spumante brut

100 gr di burro

sale e pepe

Preparazione

Un’ora prima di preparare il risotto, pulite e lavate le foglie di crescione e passatele al mixer con 50 gr di burro morbido, sale e pepe. Mettete la crema ottenuta su un pezzetto di carta da forno, datele la forma di un piccolo panetto avvolgetelo e mettetelo in frigorifero.

Fate fondere il restante burro in una casseruola, unite le verdure del soffritto, lasciatele appassire, poi aggiungete la pescatrice tagliata a dadi e il riso: fate insaporire qualche istante, bagnate con uno spruzzo di spumante e lasciatelo evaporare.

Versate un paio di mestoli di brodo, portate a ebollizione , abbassate la fiamma e portate a cottura il riso, unendo man mano il brodo necessario.  Dieci minuti prima di togliere il riso dal fuoco, unite gli stimmi di zafferano e mescolate bene.

Con l’apposito utensile ricavate dei riccioli di burro al crescione e immergeteli in acqua ghiacciata. Distribuite il risotto nei piatti e guarnitelo con i riccioli di burro e crescione fresco.

La Vigilia di Natale – Idee per il menù – Antipasti

La Vigilia di Natale

La Magia dell’Ago comincia, da oggi, ad occuparsi del Natale. Ogni anno dedichiamo sempre più spazio alla preparazione di questo evento, il più importante tra tutti quanti. Si dice “Natale” ma sono comprese anche tutte le altre festività, fino all’Epifania.

Quindi tantissime cose da fare per arrivare ai giorni delle Feste senza troppo stress, ma rispettando la tradizione.

Parleremo soprattutto di cucina, ma anche di idee regalo, di addobbi e decorazioni per la tavola, di “buone maniere”, insomma tutto quello che siamo abituati a considerare quando ci prepariamo a questo periodo, amatissimo e odiatissimo in egual misura.

Cominciamo, allora!

 

Idee per il menù della Vigilia

Sempre seguendo la nostra abitudine che predilige le ricette veloci per aiutarci nella nostre giornate piene di impegni, cominciamo con i piatti che si preparano con prodotti facilmente reperibili in qualsiasi supermercato.

Il tempo per la loro realizzazione è limitato, ma ci saranno anche preparazioni che richiedono qualche minuto in più del solito, sperando di poter avere del tempo libero durante le vacanze per poter curare preparazioni complesse.

 

Antipasti

Gamberoni in insalata

Ingredienti per 6 persone

600 gr di code di gamberoni

6 carciofi

6 asparagi

100 gr di verdure miste sottaceto (cavolfiore, cetriolini, cipolline)

un limone

6 cucchiai di olio e.v.o.

sale

Preparazione

Eliminate i gambi dei carciofi, le foglie esterne più dure e le punte.  Tagliateli a metà e togliete le barbe interne. Tuffateli subito in una ciotola d’acqua nella quale avrete spremuto il succo di un limone, quindi fateli cuocere per 15 minuti e scolateli.

Pulite gli asparagi e tagliateli a pezzetti lunghi 4-5 cm. Fateli lessare in acqua salata per circa 10 minuti, unendo le punte solo a metà cottura. Scolateli.

Tuffate in acqua salata le code di gamberoni sgusciate, lessatele per 3 minuti, quindi scolatele e mettetele in un’insalatiera con i carciofi e con gli asparagi sgocciolati.  Unite le verdure sottaceto tagliate a pezzetti e condite con olio e sale.

Mescolate e servite tiepido.


 

Vol-au-vent scandinavi

Ingredienti

Vol-au-vent già pronti o surgelati

150 gr formaggio caprino

salmone affumicato

uova di lompo

insalata

aneto (a piacere)

sale e pepe

 

Preparazione

Se decidete di usare i vol-au-vent già pronti, fateli scaldare leggermente nel forno. Se, invece, volete usare quelli surgelati, seguite le indicazioni riportate sulla confezione.

Trasferite 150 gr di formaggio caprino in una ciotolina e conditelo con sale e pepe. Lavoratelo con una forchetta e distribuitelo nei vol-au-vent raffreddati. Decorate a piacere con striscioline di salmone affumicato, uova di lompo e ciuffetti di insalata e aneto.

Farcite i vol-au vent solo all’ultimo momento: in questo modo si manterranno friabili.


 

Rotolini di salmone

Ingredienti

50 gr formaggio fresco alle olive

150 gr di formaggio spalmabile

erba cipollina e aneto

10 fette di pane al latte per tramezzini

rucola

salmone affumicato

finocchi

 

Preparazione

Lavorate 50 gr di formaggio fresco alle olive e 150 gr di formaggio spalmabile insieme con un trito di erba cipollina e aneto. Con il mattarello appiattite una decina di fette di pane al latte per tramezzini.

Spalmate su ogni fetta la crema di formaggio, adagiatevi sopra delle foglie di rucola e delle fettine di salmone affumicato. Arrotolate le fette di pane su se stesse, avvolgete i rotoli ottenuti con la pellicola trasparente e metteteli in frigorifero per almeno un’ora. Eliminate la pellicola e tagliate i rotoli a fette spesse 1 cm.

Servite i rotolini su un letto di rucola e finocchi affettati finemente.

 

 

 

 

 

PINTEREST

Clicca sull'immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: